Recensione Libro : “Una Favola chiamata Vita” – Rosalba Bianchi

Giuseppe Piluso/ Dicembre 2, 2018/ Scrivo di.../ 0 comments

Scrivo di…

FACEBOOKTWITTERYOUTUBE

Recensione Libro : “Una Favola chiamata Vita” – Rosalba Bianchi

 

Le poesie della Professoressa Rosalba Bianchi, sono raccolte in un piccolo volume dal titolo “Una favola chiamata Vita”, con sottotitolo ”sogni e realtà”.

La prima impressione che ho avuto, guardando la copertina; che il libro trattasse di poesie di fantasia, ingannato un po’ da quel sottotitolo “sogno e realtà”.

Prima sorpresa, le poesie di Rosalba trattano al suo interno, vita reale vissuta con le sue gioie e tristezze. Dalle sue poesie traspira un sentimento anche di gratitudine e d’amore, amore che la lega al suo compagno, alle amiche vere, alla vita; e oltre a ciò vi è anche il bel ricordo per le persone che non ci sono più, come si evince dalle poesie  “Angelica presenza”, “Colloquio notturno” e “Verso la casa del padre” che oltre ad essere molto belle trattano in maniera delicata ciò che è di per se triste, ovvero la mancanza di una persona cara.

Ho riscontrato anche poesie d’animo triste e preoccupato per il futuro, e le nuove generazioni, come ad esempio in :“La magia del natale”, dove ricorda il tempo del natale e la sua magia senza la tecnologia, la quale svia da quello che è il sentimento vero della festa, ovvero passare il proprio tempo con la propria famiglia e con gli amici più cari, festeggiando la venuta del salvatore Gesù, secondo la religione Cristiana di Roma.

il linguaggio di Rosalba Bianchi è immediato, la tecnica poetica è aperta e dal verso sciolto, ma vi sono anche in alcune poesie in rima e pure delle poesie in vernacolo come: “Il natale ara casa mia”(= il natale a casa mia) e “simu chiri du sabatu”(= siamo quelli del sabato), molto belle anch’esse.

Il livello delle poesie di questa autrice è molto interessante; in questa sua prima esperienza editoriale. Sono molto contento di averVi proposto una poetessa come la Prof.ssa Rosalba Bianchi e il suo libro “Una favola chiamata vita”, e  sono sicuro che ci darà ancora altre poesie belle, se non di più, come quelle che ho avuto il piacere di leggere.

Ad maiora semper.

Giuseppe Piluso.

 

FACEBOOKTWITTERYOUTUBE

Share this Post

Leave a Comment